Il carrello è vuoto.
LUZZATI, CLAUDIO

CLAUDIO LUZZATI è professore ordinario di filosofia del diritto e coordinatore di dottorato presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche “Cesare Beccaria” dell’università di Milano. Allievo di Scarpelli e filosofo analitico del diritto egli stesso, si è dedicato soprattutto ai temi teorici, in particolare a quelli riguardanti l’interpretazione giuridica e le metafore.
Tra i suoi
lavori principali vanno annoverati: La vaghezza delle norme. Un’analisi del linguaggio giuridico, Milano, Giuffrè, 1990; L’interprete e il legislatore. Saggio sulla certezza del diritto, Milano, Giuffrè, 1999; La politica della legalità. Il ruolo del giurista nell’età contemporanea, Bologna, il Mulino, 2005; Prìncipi e princìpi. La genericità nel diritto, Torino, Giappichelli, 2012, Del giurista interprete. Linguaggio, tecniche e dottrine, Torino, Giappichelli, 2016, La teoria del diritto allo specchio, Modena, Mucchi, 2017.
Alcuni sui lavori sono stati tradotti in castigliano. Oltre ad essere autore di numerosi articoli, ha curato due libri: L’abrogazione delle leggi. Un dibattito analitico, Milano, Giuffrè, 1987 e (assieme a I. Fargnoli e a R. Dell’Oro), La cattedra e la toga. Scritti romanistici di Aldo Dell’Oro, Milano, Giuffrè, 2015. È coautore con Scarpelli della voce Filosofia del diritto, in P. Rossi (ed.), La filosofia, vol. I, Torino, Utet, 1995, riproposta sotto il titolo di Compendio di filosofia del diritto, Torino, Giappichelli, 2000. Ha inoltre pubblicato per gli studenti il libro a immagini Questo non è un manuale, Torino, Giappichelli, 2010. Si è anche occupato di problemi di laicità e per approfondire tali questioni in un paese senza Papa ha trascorso un anno sabbatico in Israele.