Il carrello è vuoto.
TREVES, PIERO

PIERO TREVES, storico del mondo antico, nato a Milano il 27 novembre 1911, morto a Nizza il 7 luglio 1992. Figlio del socialista Claudio, avversò sempre il regime fascista, militando nelle fila della socialdemocrazia. Esule in Francia e in Inghilterra dopo essersi laureato a Roma nel 1931 con G. De Sanctis, rientrò in Italia negli anni Cinquanta; professore universitario nel 1963, insegnò storia greca nelle università di Trieste, Firenze e Venezia. I suoi scritti ricoprono diversi ambiti di ricerca: storia antica, storia degli studi classici e critica letteraria; l'elemento di raccordo è rappresentato dal confronto tra antico e moderno. Nel campo della storia antica pubblicò Demostene e la libertà greca (1933), Il mito di Alessandro e la Roma d'Augusto (1953) ed Euforione e la storia ellenistica (1956); sulla storia degli studi classici, Ciceronianismo e anticiceronianismo nella cultura italiana del secolo XIX (1958), Lo studio dell'antichità classica nell'Ottocento (1962), L'idea di Roma e la cultura italiana nel secolo XIX (1962), le raccolte di suoi scritti Ottocento italiano fra il nuovo e l'antico 3 vol. (Il Vaglio Mucchi, 1992) e Tradizione classica e rinnovamento della storiografia (1992); per la critica letteraria, le opere di commento Poesie scelte di G. Carducci (1968) e Opera poetica di G. Pascoli (1980). Questa vasta produzione mostra un'informazione enciclopedica volta alla rivitalizzazione degli studi classici, la cui presenza nella letteratura italiana dell'Ottocento è una costante. Gli studi di T. sulla storia antica si caratterizzano, oltre che per la vasta erudizione, per la trattazione di temi controcorrente, a cominciare dalla tesi di laurea su Demostene, in cui sostenne un punto di vista filodemostenico, diverso dalle posizioni di A. Momigliano, finalizzate a valorizzare la funzione storica della Macedonia di Filippo II. Nello spirito del grande oratore greco T. vide il simbolo della lotta per la libertà, opponendosi con tale scelta all'esaltazione di forme di potere autoritario.