Il carrello è vuoto.

Avventure letterarie di un giorno

C A T A L O G O / Lingue&Letterature / Il lapazio / Avventure letterarie di un giorno /

Sottotitolo

o consigli di un galantuomo a vari scrittori

Autore

Pietro Borsieri

ISBN

978-88-7000-092-4

Numero Pagine

125

Anno

1986

Formato cm

17.0 x 24.0

€ 15,00 € 12,75

Sintesi

Pubblicate anonime nel settembre 1816, le Avventure letterarie di Pietro Borsieri si collocano cronologicamente tra i due più noti "manifesti" romantici di Ludovico di Breme e di Giovanni Berchet, unendo al rigore dottrinale del primo la vena arguta e paradossale del secondo. Ignorato o duramente stroncato dal settore più retrivo del classicismo milanese, ma accolto con grande favore dal cenacolo romantico oltre che dai "grandi stranieri" allora di passaggio in Lombardia o comunque innamorati dell'Italia (Stendhal, Byron, la Stael), questo elegante "romanzetto sterniano", costruito sugli animati incontri che il galantuomo protagonista ha nell'arco di una giornata in diversi luoghi della Milano 1816, rapppresenta il momento più culminante di una minoritaria letteratura d'esprit sviluppatasi all'indomani della Restaurazione. Qualche critico ha voluto vedere nelle Avventure ed in altre coeve scritture di Pellico, Breme, Pecchio (ma si potrebbero aggiungere il Foscolo giornalista o il Monti scrittore di dialoghi satirici) un percorso della narrativa italiana primo-ottocentesca alternativo al ben presto trionfante modello manzoniano, sul quale lo stesso Borsieri avrebbe espresso, più tardi, concrete riserve; ma la dolorosa dispersione dei protagonisti, dopo l'effimera esperienza del "Conciliatore", finì col troncarlo precocemente.

Connettiti o registrati per poter commentare

Nessun indice presente.

Nessuna recensione presente.

Recensioni Clienti:

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
Autenticati per poter scrivere una recensione.

Nessun extra.