Il carrello è vuoto.

Le lettere di Abelardo ed Eloisa nella traduzione di Jean de Meun

C A T A L O G O / Filologia / Studi Testi Manuali / Le lettere di Abelardo ed Eloisa nella traduzione di Jean de Meun /

Autore

Fabrizio Beggiato

ISBN

---

Numero Pagine

352

Anno

1977

Formato cm

14.0 x 22.0

€ 35,00 € 29,75

Sintesi

Nella dedica Jean de Meun si scusa coi suoi lettori per essersi, a volte, scostato dal testo latino e di aver reso il pensiero dell'autore senza seguire letteralmente l'espressione originale. Ma la letteralità deliberatamente evitata è quella del mot a mot cioè della prassi consistente, secondo quanto dice lo stesso Jean de Meun, nel far corrispondere ad ogni parola latina una parola in volgare. Egli non intende evitare una traduzione "letterale", ma piuttosto una versione "interlineare" e quindi passiva. L'intento principale, perciò, viene ad essere quello della chiarezza e della funzionalità ai fini di un'intelligenza agevole da parte del pubblico al quale era indirizzata la traduzione, un pubblico non limitato all'illustre dedicatario ma che comprendeva laici e chierici di media cultura. Sorgeva la necessità di conciliare le esigenze sia dei lettori che chiedevano un testo il più chiaro possibile da cui trarre la "sentence de l'aucteur" sia di quelli che volevano "entendre le latin par le francois". La versione della Consolatio Philosophiae rispecchia, quindi, l'intento di ottenere un'equilibrio ottimale fra due livelli possibili di lettura, in cui la fedeltà letterale all'espressione latina, richiesta da chierici che leggevano col testo originale a fronte, viene limitata dalla necessità di rendere accessibile nel suo insieme il pensiero dell'autore a tutti i lettori.

Connettiti o registrati per poter commentare

Nessun indice presente.

Nessuna recensione presente.

Recensioni Clienti:

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
Autenticati per poter scrivere una recensione.

Nessun extra.