Il carrello è vuoto.

Genova e Roma tra Cinque e Seicento

C A T A L O G O / LIBRI IN ARRIVO / Genova e Roma tra Cinque e Seicento /

Sottotitolo

Gruppi di potere, rapporti politico-diplomatici, strategie internazionali

Autore

Diego Pizzorno

ISBN

978-88-7000-754-1

Numero Pagine

493

Anno

2018

Formato cm

15.0 x 21.0

Sintesi

Uscita prevista febbraio 2018

«È a Roma che bisogna andare per capire i genovesi e la loro Repubblica». La frase, apocrifa ma vera nella sostanza, è di Claudio Costantini, che così sferzava colleghi e allievi per distoglierli un po’ dalla Spagna dei re cattolici, e dal celeberrimo Siglo de los Genoveses. A quasi dieci anni dalla sua scomparsa, Diego Pizzorno è andato a Roma: sulle tracce di quei curiali e affaristi genovesi che vi prosperarono tra Cinque e Seicento. I Pinelli, i Giustiniani, gli strabilianti Costaguta, gli insoliti Zacchia, e un nugolo di personaggi soltanto in apparenza “minori”. Ascese, discese, inciampi e riposizionamenti nel volubile scenario di poteri romano. Ma quanto e come quelle affermazioni private incidevano nei rapporti tra Genova e Roma? Porporati, monsignori e uomini d’affari genovesi entravano in fitte e complicate trame negoziali, conciliando faticosamente tornaconti privati e l’obbedienza allo Stato genovese e ai ranghi ecclesiastici. Sullo sfondo, l’ostilità di Madrid: contraria allo stabilimento di sinergie tra Genova e Roma, mentre la pax hispanica dava segnali di cattiva tenuta nella Penisola.

DIEGO PIZZORNO

Scarica la scheda

Connettiti o registrati per poter commentare

Nessun indice presente.

Nessuna recensione presente.

Recensioni Clienti:

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
Autenticati per poter scrivere una recensione.

Nessun extra.