Carrello vuoto

Il tempo della contraddizione

C A T A L O G O / Filosofia / Il tempo della contraddizione
Conflitti della modernità
Sottotitolo
Storia, lavoro e soggettività in Marx e Heidegger
Autore
Gennaro Imbriano
Uscita
2019
Numero Pagine
219
ISBN
978-88-7000-813-5
Formato cm
15 x 21
Prezzo base, tasse incluse20,00 €
Prezzo di vendita17,00 €

Il soggetto e la storia sono i due assi lungo i quali materialismo storico e «storia dell’essere» elaborano le loro rispettive filosofie. Se per Marx il soggetto è in rapporto dinamico (dialettico) con la storia, per Heidegger quest’ultima appare, metafisicamente, come lo spazio “vuoto”, disabitato dagli dei e abbandonato dall’essere, nel quale una soggettività distruttiva esercita la sua azione.
Ne derivano due idee molto diverse sulla modernizzazione e i suoi esiti: problematica e contraddittoria (cioè segnata dalla compresenza di libertà e sfruttamento) per Marx; epoca del potere incondizionato della tecnica (ultima manifestazione storica del dominio della soggettività) per Heidegger. Se, ancora di recente, parte della storiografia specialistica ha sostenuto la tesi di una prossimità tra Marx e Heidegger, questo libro mostra invece la sostanziale divergenza tra i due pensatori.
Il primo auspica l’approfondimento della crisi capitalistica in direzione della risoluzione delle contraddizioni della vicenda storica: il compimento della soggettività è, per Marx, la definitiva umanizzazione della storia. Per Heidegger si tratta, al contrario, di attendere un «evento» che riabiliti, contro la dittatura della dialettica, il peso delle differenze: il gergo dell’essere non parla il linguaggio dell’unità, ma quello della gerarchia e di un nuovo radicamento anti-universalistico.

GENNARO IMBRIANO

Scarica la scheda




Nessuna recensione presente.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.

Nessun extra.