Carrello vuoto

Formazione e controllo dell'opinione pubblica a Modena nel '700

C A T A L O G O / Storia locale / Formazione e controllo dell'opinione pubblica a Modena nel '700
Formazione e controllo dell'opinione pubblica a Modena nel '700
Sottotitolo
saggi a cura di Albano Biondi
Autore
Albano Biondi, Giorgio Montecchi, Carla Righi, Maino Pedrazzi, Paola Di Pietro, Franca Baldelli, Giuseppe Orlandi
Anno
1986
Numero Pagine
278
ISBN
978-88-7000-089-4
Formato cm
17 x 24
Prezzo di vendita10,00 €

Il "Settecento Estense" costituisce il campo di indagine per un comitato scientifico composto da studiosi di chiara fama, da più di un quinquennio impegnati, con solidarietà e con moderna metodologia, al conseguimento di risultati reciprocamente  complementari che, pur nella specificità, consentono di raccordare vari aspetti culturali dell'epoca in una visione unitaria. Le ricerche confluite in questo volume sono state concepite come contributo alla conoscenza degli orientamenti dell'opinione pubblica a Modena nel periodo delle riforme del '700 e nel triennio giacobino (1796-99). Si tenta un passo avanti rispetto alle topiche consuete (il grande Muratori, la Corte ecc.), in direzione di un rilevamento delle istituzioni preposte a orientare, guidare e sostanziosamente disciplinare l'"opinione pubblica" negli Stati Estensi: così si è ritenuto opportuno indagare sulla composizione e funzione del "ceto conservatorio", sul movimento scientifico, sulla funzione di un'istituzione culturale come la Biblioteca Palatina, sull'opera di controllo esercitata dalla censura di Stato e dalla censura ecclesiastica e contestualmente sui fermenti di inquietudine che le varie prassi inquisitoriali permettono di registrare; sino ai movimenti latomici, da underground settario, che Giuseppe Orlandi fa percepire aggregandoli attorno all'attività di un solo personaggio.

Nessun indice presente.

Nessuna recensione presente.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.

Nessun extra.